Chi siamo

Nei primi anni '60 il Geom. Domenico Gagliardi apre il suo studio professionale. La qualità e la competenza negli interventi ne determinano immediatamente il successo e lo Studio partecipa ad importanti progetti con interventi e rilevazioni anche in paesi stranieri (Siria). Nel '64 , ad esempio, è una delle società che collaborano alla realizzazione delle misurazioni necessarie allo sviluppo del piano regolatore di Roma. Nel 1994 l'ingresso in azienda del figlio Stefano porta nuovi impulsi e sviluppi all'attività e da studio prevalentemente topografico si trasforma in Studio Tecnico a 360° con tecnologie d'avanguardia e servizi sempre più rapidi e completi. L'azienda, che opera prevalentemente a Roma e nel Lazio, si rivolge a privati, imprese ed enti per aiutarli a trovare le soluzioni più efficaci a risolvere problemi in materia di beni immobili e compravendita di questi.

Lavoro, competenza, disponibilità
è così che Avremo la Vostra Stima.

Promozioni

Planimetrie catastali gratis Pratiche comunali -20%
Planimetrie catastali gratis Planimetrie catastali gratis

Notizie dal mondo dell'edilizia

    • Obbligo di fascicolo del fabbricato, sindacati e professionisti: 'priorità assoluta'

      22/09/2017 – Istituire il Fascicolo di Fabbricato obbligatorio e introdurre, con gradualità, l’obbligatorietà delle manutenzioni programmate e la completa digitalizzazione dei documenti attinenti da mettere a disposizione dei professionisti abilitati.   Questa la proposta ad ampio spettro presentata da Fillea CGIL (Federazione italiana lavoratori legno ed affini) e dalle Associazioni Professionali (Federperiti Industriali aderente a Confedertecnica, Ana e Cia Archeologi, Geomobilitati, Federazione Nazionale Geometri/Geometri Laureati e Istituto Nazionale di Architettura) nel corso di un Convegno Nazionale tenuto a Napoli lo scorso 20 settembre.   Fascicolo del fabbricato obbligatorio: priorità assoluta Per la Fillea e per le Associazioni Professionali quella dell’introduzione del Fascicolo Unico di Fabbricato è una priorità assoluta considerando che “l’81% dei comuni italiani è in aree ad alta..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Fascicolo del fabbricato, in Francia e Regno Unito è obbligatorio da anni

      22/09/2017 – Il fascicolo del fabbricato esiste ed è già obbligatorio in altri stati europei: in Francia lo è dal 1977 per gli edifici pubblici e in Gran Bretagna dal 1995.   Questi alcuni dati evidenziati dalla Fillea CGIL (il sindacato di categoria per lavoratrici e lavoratori che operano nell'edilizia e affini) nel corso di un Convegno Nazionale tenuto a Napoli lo scorso 20 settembre sull’importanza per l’Italia di dotarsi del fascicolo del fabbricato obbligatorio.   Fascicolo del fabbricato: la situazione in Europa Il sindacato ha messo in evidenza come gli altri Paesi europei si siano dotati dello strumento molto prima dell’Italia: in Francia e in Inghilterra, pur istituendo documenti diversi, hanno curato dagli anni ‘90 gli aspetti legati alla sicurezza, qualità e manutenzione del patrimonio edilizio.   In Francia dal 1977 è obbligatorio, solo per gli enti pubblici, il “Carnet..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Beni culturali, in arrivo 133 milioni di euro per 35 interventi

      22/09/2017 - Le Regioni e il Consiglio Superiore dei beni Culturali hanno espresso parere positivo sul Piano strategico ‘Grandi progetti beni culturali’ che per il 2019 prevede lo stanziamento di 65 milioni di euro per 17 interventi di restauro e valorizzazione di musei e aree archeologiche, biblioteche, poli museali e attrattori culturali.   I 17 interventi si sommano ai 18 interventi dal valore di 68,8 milioni di euro della Programmazione Strategica Nazionale del Mibact che ha ricevuto il via libera del Consiglio Superiore dei Beni Culturali la scorsa settimana. Per un totale di oltre 133 milioni di euro per 35 interventi.   I 35 interventi - spiega il Mibact - hanno l’obiettivo di mettere in sicurezza, restaurare e valorizzare i parchi archeologici e i giardini storici, creare nuovi spazi museali e ampliare quelli esistenti, recuperare e destinare alla fruizione  culturale importanti edifici appartenenti al demanio dello stato, promuovere..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Edifici scolastici disegnati da chi li vive, via a Macroscuola

      22/09/2017 – Via alla nuova edizione di Macroscuola. L’iniziativa, promossa da Ance Giovani, chiede agli studenti delle scuole medie di pensare, disegnare e progettare la scuola ideale con l’aiuto degli insegnanti.   Dopo la prima edizione, che nel 2015 ha coinvolto i gruppi Ance Giovani di Liguria, Lombardia, Piemonte Valle d’Aosta e Veneto, quest’anno il concorso si è esteso a Campania, Lazio, Abruzzo, Marche, Puglia e Sicilia.   Macroscuola, come partecipare Come indicato nel bando, le classi e i gruppi interessati devono presentare domanda entro il 24 novembre 2017 inviando una e-mail al Gruppo ANCE Giovani di riferimento della propria regione.   I gruppi Ance Giovani delle regioni interessate organizzeranno un incontro formativo con le classi e i gruppi di studenti che hanno aderito al concorso.   Macroscuola: vincono originalità e chiarezza I lavori dovranno essere inviati entro il 1° marzo 2018 al gruppo..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...
    • Archiproducts Design Awards 2017: al via i lavori della giuria

      21/09/2017 - Sono ufficialmente chiuse le candidature agli Archiproducts Design Awards 2017, i premi dedicati alle eccellenze del design internazionale. Una conferma, questa seconda edizione, che oltre a presentare novità importanti, rafforza la sua connotazione internazionale. Oltre 300 brand candidati da oltre 15 paesi in tutto il mondo. Aziende italiane ed europee concorrono con proposte provenienti da Giappone, Stati Uniti e Taiwan, per una lista di candidati estremamente variegata e prodotti di altissima qualità progettuale. Gli ADA rappresentano un’istantanea delle ultime tendenze del design internazionale, raggruppate in 14 categorie - Arredo, Bagno, Cucina, Outdoor, Ufficio, Contract, Illuminazione, Decor, Finiture, Rivestimenti, Edilizia, Tech, Materiali da costruzione. L'edizione 2017 conferma la partecipazione di realtà emergenti del design italiano e internazionale, accanto ai nomi più famosi. Tutti accomunati dalla scelta di affidare..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Obbligo di POS, Inarsind: siano esclusi ingegneri e architetti

      21/09/2017 – Per il pagamento delle attività svolte da ingegneri e architetti non è necessario il POS: nessun progettista ha mai visto un committente in studio, ritirare un prodotto o fruire di un servizio e procedere subito al pagamento.   Questa la posizione che INARSIND, associazione sindacale degli ingegneri ed architetti liberi professionisti italiani, ribadisce in vista del provvedimento di prossima emanazione, che fisserà le sanzioni per chi non accetta pagamenti con bancomat.    POS obbligatorio: non necessario per progettisti Inarsind evidenzia che il pagamento delle prestazioni di architetti ed ingegneri liberi professionisti è, per tempistiche, importi e rapporto tra cliente e professionista, corrisposto più con bonifico che tramite POS.   Le prestazioni di progettazione e di direzione dei lavori, infatti, si espletano su un arco di tempo che può essere più o meno ampio e vengono pagate dopo..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Equo compenso, Confprofessioni: si parta dalla PA

      21/09/2017 – Per garantire un equo compenso ai professionisti che operano prevalentemente in ambito pubblico è necessario adottare parametri al di sotto dei quali le P.A. non possano affidare incarichi.   Questa la proposta di Confprofessioni, sentita al Senato lo scorso 19 settembre, insieme ad Acta e Colap, nel corso dell’audizione sul ddl 2858 sull’equo compenso per le professioni regolamentate.   Equo compenso dalla PA Per Confprofessioni il ddl deve arginare il “sistematico ridimensionamento dei compensi professionali riconosciuti dalla P.A. che spesso sfocia in richieste di prestazioni professionali, anche estremamente qualificate, da svolgere a titolo gratuito.”   Un altro problema è costituito dalle offerte al ribasso per aggiudicarsi l'appalto. Il Codice degli appalti, infatti, è intervenuto per cercare di porre un freno a queste prassi, con la determinazione dei parametri per il compenso dei servizi..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Pergolati, per quelli grandi e con struttura solida serve il permesso di costruire

      21/09/2017 – Per i pergolati di considerevoli dimensioni serve il permesso di costruire. Con la sentenza 4354/2017, il Tar Campania è intervenuto su una materia controversa, che desta spesso dubbi e contenziosi.   Pergolati, quando serve il permesso di costruire I giudici hanno esaminato la presenza di diversi edifici abusivi nell’area attigua ad un fabbricato destinato ad attività agrituristica.   Tra i manufatti realizzati senza nessun permesso c’era anche un pergolato. Secondo il responsabile, data la struttura amovibile e la sua natura pertinenziale rispetto all’edificio principale, non ci sarebbe stato bisogno di nessuna autorizzazione.   Di parere diverso il Tar, che invece ha rilevato la presenza di una solida struttura di cemento e dimensioni rilevanti, elementi tali da far desumere un utilizzo prolungato e non temporaneo del pergolato. Un manufatto con queste caratteristiche, hanno spiegato i giudici, comporta una trasformazione..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...