Chi siamo

Nei primi anni '60 il Geom. Domenico Gagliardi apre il suo studio professionale. La qualità e la competenza negli interventi ne determinano immediatamente il successo e lo Studio partecipa ad importanti progetti con interventi e rilevazioni anche in paesi stranieri (Siria). Nel '64 , ad esempio, è una delle società che collaborano alla realizzazione delle misurazioni necessarie allo sviluppo del piano regolatore di Roma. Nel 1994 l'ingresso in azienda del figlio Stefano porta nuovi impulsi e sviluppi all'attività e da studio prevalentemente topografico si trasforma in Studio Tecnico a 360° con tecnologie d'avanguardia e servizi sempre più rapidi e completi. L'azienda, che opera prevalentemente a Roma e nel Lazio, si rivolge a privati, imprese ed enti per aiutarli a trovare le soluzioni più efficaci a risolvere problemi in materia di beni immobili e compravendita di questi.

Lavoro, competenza, disponibilità
è così che Avremo la Vostra Stima.

Promozioni

Planimetrie catastali gratis Pratiche comunali -20%
Planimetrie catastali gratis Planimetrie catastali gratis

Notizie dal mondo dell'edilizia

    • Sblocca Cantieri, ecco l'elenco delle opere prioritarie

      22/01/2021 – Dopo una lunga attesa e diverse indiscrezioni, è stata finalmente inviata al Parlamento la lista aggiornata delle opere infrastrutturali prioritarie e dei commissari che ne cureranno la realizzazione data la loro complessità.   SCARICA L’ELENCO DELLE OPERE PRIORITARIE   Opere prioritarie, i criteri per la scelta Come spiegato nella relazione illustrativa, l’elenco comprende un insieme di 59 opere suddivise tra stradali, ferroviarie, relative al trasporto rapido di massa, idriche, portuali e per presidi di pubblica sicurezza.  Nell’elenco spiccano: - la AV/AC Palermo-Catania-Messina (8,7 miliardi di euro); - la AV/AC Brescia-Verona-Padova (8,6 miliardi); - le opere relative alla tratta ferroviaria Napoli-Bari (quasi 6 miliardi); - la Metropolitana di Roma - Linea C (5,8 miliardi); - la SS 106 Ionica (oltre 3 miliardi); - la E 78 Grosseto-Fano (circa 2 miliardi); - la Strada..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Cappotto termico, come deliberare i lavori in condominio

      22/01/2021 – La realizzazione del cappotto termico in condominio può andare incontro a degli ostacoli. In generale, prima di approvare i lavori, è necessario essere consci dell’impatto che l’intervento avrà sull’edificio e sulle singole abitazioni.   Per evitare contrattempi, è necessario seguire degli step, come indicato dal Tribunale di Roma con la sentenza 17997/2020.   Cappotto termico, gli step da seguire in condominio I giudici hanno spiegato che, prima di approvare i lavori, è necessario condurre uno studio di fattibilità, dal quale potrebbe emergere che gli spessori del cappotto possono diminuire l’area calpestabile di balconi e spazi comuni, incidendo sulla sfera patrimoniale di alcuni condòmini.   In alcuni casi, per semplificare l’iter dell’approvazione, l’assemblea condominiale può nominare un consiglio ristretto di condòmini, col compito di..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Sconto contributivo per le Partite Iva, dal Decreto Ristori ulteriori 1,5 miliardi

      22/01/2021 - Arriverà con il nuovo Decreto Ristori il rifinanziamento di 1,5 miliardi di euro del Fondo istituito in Legge di Bilancio per garantire un ‘anno bianco’ contributivo agli autonomi che hanno più risentito degli effetti della pandemia.   Lo ha annunciato la Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, dopo il via libera di Camera e Senato al nuovo scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro chiesto dal Governo per “continuare a sostenere i lavoratori, le famiglie e le imprese nella delicata fase che il Paese sta attraversando”.   Sconto contributivo per le Partite Iva Quello che sarà rifinanziato è il ‘Fondo per l’esonero dai contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti’ iscritti alle gestioni previdenziali dell’INPS e dai professionisti iscritti alle Casse private, istituito dalla Legge di Bilancio 2021 con..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Sanitari sospesi o a pavimento, quali scegliere?

      22/01/2021 - In passato la scelta dei sanitari era secondaria rispetto ad altre decisioni che riguardavano le finiture della propria casa. Al contrario, oggi, è divenuta oggetto di particolare attenzione perché è cambiata la visione che si ha dello spazio destinato al bagno. I sanitari sono diventati dei veri e propri oggetti di design.   Per sanitari si intende la coppia wc e bidet, di solito della stessa linea viene anche realizzato il lavabo, la cui scelta non è strettamente vincolata a quella dei sanitari.   Il mercato offre un’ampia scelta di lavabi e sanitari che incontra il gusto personale e ben si sposa con le moderne abitazioni: sanitari sospesi (wc e bidet) o a pavimento (wc e bidet), realizzati con ceramica bianca tradizionale, oppure colorati con i toni pastello o con finitura matt, molto in voga attualmente. Possono avere linee squadrate e geometriche oppure morbide e tondeggianti.   Ma tra sanitari..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...
    • Superbonus 110%, online il sito ufficiale

      21/01/2021 - Dopo diversi mesi di attesa, è andato finalmente online il sito web del Governo dedicato al superbonus 110%.   Il portale si propone di fornire tutte le informazioni sui requisiti e sulle procedure per ottenere la detrazione. Il sito presenta il superbonus come uno strumento “fortemente voluto dal Sottosegretario Riccardo Fraccaro” e infatti una pagina è dedicata alla presentazione firmata da Fraccaro.   Il Superbonus 110% - ricorda il Governo - è una misura di incentivazione, introdotta dal Decreto Rilancio, che punta a rendere più efficienti e più sicure le proprie abitazioni. Il meccanismo del superbonus prevede la possibilità di effettuare i lavori a costo zero per tutti i cittadini.   Nel sito viene spiegato che il superbonus si applica in due tipologie di interventi: - il Super Ecobonus, che agevola i lavori di efficientamento energetico; - il Super Sismabonus, che incentiva quelli di adeguamento..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Superbonus 110%, vale per gli immobili non residenziali?

      21/01/2021 – Gli interventi realizzati sugli edifici non residenziali, appartenenti a persone fisiche, possono usufruire del Superbonus? A questa domanda hanno risposto i tecnici del Governo in una Faq pubblicata sul sito ufficiale dedicato al Superbonus.   Superbonus e immobili non residenziali È stato chiesto ai tecnici del Governo “se rientrano nel Superbonus le spese sostenute in relazione a interventi realizzati su immobili non residenziali posseduti da persone fisiche”.   La risposta spiega che, tra i destinatari del Superbonus ci sono le persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni. L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 24/E/2020, ha spiegato che la locuzione “al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni” significa che gli immobili non devono essere riconducibili ai beni relativi all’impresa o a quelli strumentali..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Superbonus 110%, anche gli incapienti possono beneficiarne

      21/01/2021 - Il contribuente che dispone solo del reddito derivante dalla casa in cui vive può beneficiare del superbonus 110% attraverso l’opzione della cessione del credito oppure dello sconto in fattura.   Lo ha ribadito l’Agenzia delle Entrate rispondendo alla domanda di un cittadino che vive in un’abitazione di sua proprietà, in un condominio che intende realizzare un cappotto termico e fruire del superbonus 110%. “Essendo incapiente - chiede -, posso optare per la cessione del credito all’impresa?” La risposta dell’Agenzia è affermativa. Il contribuente che dispone solo del reddito derivante dall’unità immobiliare adibita ad abitazione principale - spiega - può beneficiare del superbonus, optando per la cessione del credito (di importo corrispondente alla detrazione spettante) o per un contributo sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...

      Piano Casa Toscana prorogato fino al 31 dicembre 2022

      21/01/2021 – Il Piano Casa della Toscana guadagna due anni in più. La Legge Regionale 101/2020 ha prorogato la scadenza delle misure straordinarie al 31 dicembre 2022.   L’allungamento dei termini non è l’unica modifica introdotta. La norma amplia le categorie di edifici su cui poter effettuare gli interventi di ampliamento volumetrico o sostituzione edilizia con premio di cubatura. L’obiettivo, dichiarato nel preambolo della legge, è sostenere il settore, duramente gravato dalla crisi e dall’emergenza Coronavirus.   Piano Casa Toscana e edifici industriali nei centri abitati Gli edifici a destinazione industriale ed artigianale, situati all’interno dei centri abitati, potranno essere ampliati, ma anche demoliti e ricostruiti. In entrambi i casi sarà riconosciuto un ampliamento fino al 20% della superficie utile lorda esistente alla data del 25 agosto 2011 e legittimata da titolo abilitativo.   Piano..
      Continua a leggere su Edilportale.com

      Approfondisci...